Browse By

Mantis Flying V 1994

“Retro” MTB Test CentralUn video ci mostra la Mantis Flying V del 1994 di un collezionista

Nel gruppo di appassionati mountain biker del periodo retro, vintage, etc, RETRO MTB Italia, c’è Omero, il proprietario di una Mantis Flying V del 1994, molto ben conservata e allestita in modo eccezionale. Ci sono state versioni leggeremente differenti della Flying V e questa datata 1994 si ricnosceva ad esempio dal collarino reggisella nello stesso colore del telaio, verde in questo caso, proprio come la mantide :-). Mantis è un marchio fondato da Rrichard Cunningham nel 1981 che ha realizzato più modelli rimasti nella storia, ma la Flying V è una delle più apprezzate.

La Flying V era realizzata con un triangolo anteriore in alluminio ottenuto saldando due gusci, con l’evidente saldatura ben visibile longitudinalmente, mentre il carro era in acciaio, con foderi orizzontali alti ed era imbullonato al triangolo anteriore. Univa quindi la rigidità dell’alluminio con l’elasticità dell’acciaio per delle sensazioni di guida molto particolari. Sul monoscocca di alluminio era incisa la scritta Mantis (sulle primissime Flying V c’erano invece degli adesivi sul telaio), su entrambi i lati del telaio e, sul lato destro in particolare, passavano i cavi per cambio, deragliatore e freno posteriore, un po’ come sul manico di una chitarra, ma non di una chitarra qualunque: una Gibson Flying V, mitica chitarra prodotta fin dagli anni ’50 (potete leggere alcune informazioni su Gibson anche a questo link: beginnerguitarhq.com/best-guitar-brands/) che a sua volta prendeva il nome dagli aerei con una forma delle ali marcatamente a “V” che si stavano diffondendo all’epoca.

Omero ha realizzato un video per raccontarne tutti i dettagli. Eccolo qua:

Mantis Flying V (1994)

  • Tubazioni: alluminio e acciaio
  • Forcella: RockShox Judy SL (1995) con cartuccia Englund
.TRASMISSIONE
  • Comandi cambio: GripShifr X-Ray
  • Deragliatore: Shimano Deore XT
  • Cambio posteriore: Shimano Deore XT (con viti in ergal purple)
  • Guarnitura: Cook Bros (ovviamente tripla)
  • Movimento centrale: Mantis in titanio
.RUOTE
  • Cerchi: Syncros by Weinmann (non serve indicare il diametro, vero?)
  • Mozzi: ant. Chris King, post Ibis by Union (rumorosissimo)
  • Sganci rapidi: Salsa
.ALTRI COMPONENTI
  • Freni: ant. Paul’s Component con viti in titanio e fermacavi Onza Chill Pill, post. Critical Racing con viti in titanio e fermacavi Ringlé Mojo, leve freno Kooka Racha
  • Reggisella: Ringlé Moby Post
  • Sella: SDG S7000 TI (con rivestimento in kevlar “che è come correre con una spugna sul culo” quando piove, parola del proprietario)
  • Attacco manubrio: Machine Tech Zero Flex (modificato per cannotto filettato)
  • Curva manubrio: Salsa Pro Moto
  • Manopole: Yeti Logo Grips
  • Serie sterzo: Remo Castagnino FRO
  • Pedali: Speedplay
  • Portaborraccia: Ringlé H2O purple con viti in ergal anodizzate purple

La Flying V sul catalogo di RaceWare, distributore Mantis dal 1991

Bravo Omero, è bellissima. A voi è piaciuta?