Browse By

2021 UCI World Cup XCO Albstadt

Mountain bike, conto alla rovescia per la gara di apertura della UCI World Cup XCO 2021 ad Albstadt

2021 UCI World Cup XCO Albstadt

2021 UCI World Cup XCO Albstadt – La Coppa del Mondo di mountain bike UCI Mercedes-Benz 2021 si apre ad Albstadt (Germania) l’8-9 maggio, seguita una settimana dopo dal secondo round a Nové Město na Moravě (Repubblica Ceca). Quest’anno ci sono sei round della Coppa del Mondo UCI per le gare XCO più i Campionati del mondo UCI ad agosto dopo i Giochi olimpici di Tokyo a fine luglio.

Nel 2019, l’ultima stagione completa della Coppa del Mondo UCI, lo svizzero Nino Schurter e l’americana Kate Courtney hanno vinto la classifica generale XCO… ma da allora sono successe molte cose. 

Anche il programma di gare XCO 2019 si è aperto ad Albstadt, con un altro svizzero, Mathias Flückiger, che ha conquistato la prima vittoria Men Elite, superando il multidisciplinare Mathieu Van der Poel (NED). Courtney ha vinto la Women Elite, una delle sue tre vittorie nei primi quattro eventi. Nel frattempo, Schurter è andato forte con il progredire della stagione, finendo sul podio in tutti i round successivi, comprese due vittorie: a Vallnord – Pal Arinsal (Andorra) e Les Gets (Francia). Nell’Under 23 hanno vinto Filippo Colombo (SUI) e Laura Stigger (AUT) ad Albstadt.

Gli appassionati XC si aspettano che sia gli atleti affermati che i nuovi arrivati mettano in scena tanto intrattengano sportivo in Germania. 

Perché Albstadt?

È l’ottava volta che la sede di Albstädter Bullentäle ospita la Coppa del mondo di mountain bike UCI Mercedes-Benz, con 190 metri di dislivello su ciascuno dei suoi 4,2 km.  Con partenza/arrivo in rettilineo su asfalto ai piedi della collina, il percorso zigzaga nell’erba poi nel bosco fino alla Mercedes-Benz North Shore (pendenza 29%), prima di imboccare la discesa al 60% al Red Bull Devil’s Corner, il Mercedes-Benz Uphill con un picco del 25% e il Bikezone Albstadt Drop, con il suo 43% di discesa, che riconduce a fondo percorso. È punitivo per qualsiasi standard. 

UCI Mountain Bike World Cup, 2019 , Stop 2 – Albstadt, Germany – Bartek Wolinski / Red Bull Content Pool

UCI Mountain Bike World Cup, 2019 , Stop 2 – Albstadt, Germany – Bartek Wolinski / Red Bull Content Pool

Cosa abbiamo imparato dal 2020

La Coppa del mondo di mountain bike UCI Mercedes-Benz 2020 è stata breve ma incredibilmente emozionante. Due coppe del mondo UCI consecutive in una settimana al Nové Město na Moravě hanno visto prestazioni straordinarie di giovani corridori che hanno colto le loro opportunità.

Nello Short Track cross-country (XCC) la 23enne Evie Richards (GBR) ha battuto due volte la campionessa del mondo UCI Pauline Ferrand-Prévot due volte in pochi giorni. Poi la 21enne Loana Lecomte (FRA) ha sbalordito vincendo la sua prima gara XCO della Coppa del Mondo Elite UCI, battendo l’esperta ciclista olandese Anne Terpstra al secondo posto e Ferrand-Prévot al terzo. Lo stesso trio ha completato di nuovo il podio successivo, ma nell’ordine inverso. 

Laura Stigger performs at UCI XCO in Nove Mesto na Morave, Czech Republic on October 1st, 2020 // Bartek Wolinski/Red Bull Content Pool

La gara maschile è stata altrettanto avvincente. Primo, il 23enne José Gerardo Ulloa Arévalo (MEX) ha vinto l’XCC di apertura, poi Henrique Avancini (BRA) ha vinto il secondo. Il 21enne Simon Andreassen (DEN) ha vinto la prima gara XCO Men Elite, prima che Avancini si dimostrasse un vincitore estremamente popolare della sua prima gara XCO della Coppa del Mondo Elite domenica. Con Schurter in maglia iridata che è arrivato quarto e poi terzo, il fangoso grind in Repubblica Ceca sembrava segnalare un cambiamento epocale. O era solo un’altra folle anomalia lanciata entro il 2020?

Un risultato del 2020 che ancora risuona è stato Tom Pidcock (GBR) che ha collezionato due vittorie nelle sue prime gare XCO U23. 

Chi è in forma per il 2021?

Pauline Ferrand-Prévot è una delle atlete che ha fatto un importante cambio di squadra, ora all’Absolute Absalon BMC. Nella Proffix Swiss Bike Cup dello scorso fine settimana, è salita sul podio ma non è riuscita a tenere il passo della giovane austriaca Mona Mitterwallner. La Campionessa del Mondo Junior UCI ha chiuso con quasi due minuti di vantaggio.

“Un tale aumento di fiducia e motivazione per la prima Coppa del Mondo U23 della prossima settimana”, ha detto Mona  Mitterwallner sui social media.

La sua connazionale austriaca, Laura Stigger, è passata in bassa stagione alla Specialized Racing: “Sarebbe fantastico continuare con la performance che ho avuto l’anno scorso a Nové Město, o anche meglio”, ha detto. 

Insieme a Stigger allo Specialized Racing, il campione del mondo UCI Jordan Sarrou (FRA) pone alte le sue aspettative: “Albstadt mi sta molto bene. È il mio primo momento clou della stagione quest’anno. Voglio vincere… Vado per il podio e la vittoria di sicuro.”

Thomas Pidcock, dopo il suo fotofinish all’Amstel Gold Race dell’UCI WorldTour, si è aggiudicato la vittoria maschile alla Proffix Swiss Bike Cup, proprio come il suo compagno di squadra INEOS Grenadiers Geraint Thomas ha vinto su strada al Tour de Romandie: “È l’inizio perfetto per la mia montagna stagione ciclistica… sono venuto qui in preparazione per i Mondiali.”

Sempre con un occhio a Tokyo, dovrebbe partire Mathieu Van der Poel. “Tornerò alla mia disciplina preferita, la mountain bike. Non vedo l’ora”, ha detto dopo essere arrivato secondo alla Ronde van Vlaanderen di aprile.

Ma sarebbe una follia trascurare Nino Schurter: “I primi due Mondiali sono importanti, soprattutto per quello che succederà più tardi in estate a Tokyo, ma tengo anche presente il record di vittorie di Julien Absalon, quindi voglio vincere due Mondiali questo anno per batterlo. Non sto invecchiando e la gente pensa ‘Nino sta invecchiando un po’ e forse un po ‘più debole’, ma voglio dimostrare che sono ancora al mio meglio”.

Per informazioni: uci.org