Browse By

The Mountain Bike Legacy Project

Da uno degli inventori della mountain bike un progetto di raccolta di pubblicazioni e documenti storici da consultare. 

Charlie Kelly è uno dei pionieri della mountain bike, ed è anche il custode di una delle più grandi raccolte cartacee di pubblicazioni riguardanti la mountain bike, con riviste, cataloghi, volantini e molto altro. Nascosto in un magazzino nella Contea di Marin, in California, c’è un vero e proprio tesoro che riguarda le origini della storia della mountain bike. Un’enorme capsula del tempo in attesa di essere condivisa con gli appassionati di mountain bike di tutto il mondo.

La pagina del sito web con alcuni esempi di documenti scansionati. - Copyright mountainbikelegacy.com

La pagina del sito web con alcuni esempi di documenti scansionati. – Copyright mountainbikelegacy.com

Charlie ha iniziato da subito, dalla metà degli anni ’70 e poi fino al 1992 a conservare con cura tutto ciò che riusciva a trovare sullo sport della mountain bike. L’archivio include documenti storici dei primi anni, soprattutto degli anni ’80, quando la popolarità della mountain bike esplose letteralmente. È la raccolta più completa al mondo di pubblicazioni sulle mountain bike della prima generazione, alcuni articoli sono addirittura del periodo in cui ancora non era stato coniato il termine mountain bike, e sono l’unica copia esistente. La maggior parte degli articoli non ha visto la luce del sole per oltre 25 anni.

Nel 2017 è stata avviata una campagna Kickstarter con l’intenzione di digitalizzare l’archivio – centinaia di migliaia di documenti storici – e realizzare un sito web in grado di ospitarli e donarli al mondo; un archivio che è uno strumento indispensabile per qualsiasi storico o appassionato di mountain bike per esplorare e scoprire nel profondo la storia di questo sport. L’obiettivo a lungo termine è di realizzare un database in continua crescita, in cui collaboratori da tutto il mondo possono inviare documenti e pubblicazioni sulla mountain bike di qualsiasi periodo e contribuire a preservare la storia di questo sport. Come dice Charlie, ” Il Mountain Bike Legacy Project dovrebbe diventare la Biblioteca di Alessandria per quello che riguarda la mountain bike” Sfortunatamente, non è stato raggiunto l’obiettivo di finanziamento. Nel 2018 è stato fatto un nuovo tentativo con una campagna Go Fund Me, visto il capitale necessario a realizzare un lavoro così grande e impegnativo. Ogni mese Charlie spende circa 300 $ solo per mantenere l’archivio nel magazzino. Il vecchio Charlie è in pensione e non ha molte entrate per continuare a sostenere questo spesa, che non è enorme, ma è impegnativa quando si è in pensione.

Quindi la campagna Go Fund Me è un’opportunità per tutto il mondo della Mountain Bike di contribuire alla conservazione di questo archivio unico. Ecco un breve elenco con esempi di cosa si può trovare nell’archivio di Charlie:

  • Cataloghi di prodotti da aziende di biciclette e componenti
  • Newsletter dei club MTB
  • Articoli raccolti sulla mountain bike
  • Risultati delle prime gare
  • Numeri di ogni rivista MTB pubblicata negli Stati Uniti (quasi tutti i numeri fino a circa il 1992)
  • Numeri di quasi tutti le riviste di MTB di altri paesi (nella loro lingua originale)
  • Ogni numero di Fat Tire Flyer (la prima pubblicazione al mondo di MTB)
  • Collezioni fotografiche
  • Poster di gare e prodotti
  • Opere d’arte originali
  • Corrispondenza
  • Articoli e saggi inediti
  • Collezioni donate da Joe Breeze, Gary Fisher e altri pionieri della MTB
  • … e altro ancora.

L’obiettivo a lungo termine è dare a tutti accesso gratuito all’archivio. Dovrebbe essere un luogo di ricerca, esplorazione e ispirazione. Gli utenti potranno fare un passo indietro nel tempo e portare alla luce informazioni affascinanti e altrimenti non disponibili, sia che stiano ripristinando una bici classica, cercando di rivivere le prime memorie MTB, o semplicemente desiderose di conoscere il passato. I documenti facilmente rintracciabili e consultabili dell’archivio consentiranno agli utenti di ottenere nuove prospettive sulla mountain bike – passato, presente e futuro. La creazione di questo archivio digitale non è un compito facile. Il magazzino contiene centinaia di migliaia di documenti: ci vorranno mesi di lavoro e molte spese solo per affittare lo spazio, scansionare e catalogare i documenti per la ricerca nel database. Ma questo progetto è più di una semplice scansione di documenti. L’MTB Legacy Project creerà un archivio ricercabile per testo, ordinabile per tipo di contenuto, provenienza, data, argomento e altro. Sarà necessario un sito web con capacità di ricerca e server di back-end per ospitare il tutto e accedere all’enorme database di documenti. In poche parole, richiederà molto tempo e denaro. È molto da realizzare e non siamo sicuri di quando l’intero progetto potrebbe essere finito, ma mantenere vivo l’archivio e far analizzare a Charlie i suoi contenuti è il primo passo. Poi arriverà il sito web, l’accesso al pubblico e una crescita continua.

Se volete dare un contributo e diventare parte di questa eredità della mountain bike, visitate il sito del mountain Bike Legacy Project e la pagina su Go Fund Me per finanziare il progetto.

Il sito del progetto: mountainbikelegacy.com

La pagina della campagna di crowdfunding: gofundme.com

La pagina Facebook Fat Tire Flyer: facebook.com/FatTireFlyer/

(Il contenuto di questo articolo è stato tradotto in italiano dal sito mountainbikelegacy.com di proprietà di Charlie Kelly, Rob Korotky e Tommy Breeze).

15 Condivisioni